1 2 3

Licenziata per aver mostrato atti osceni


La Redazione |
 

Insegnante di arte licenziata per aver mostrato opere oscene agli studenti

È successo in un paese dell’Abruzzo, in Italia l’8 dicembre. Un insegnante d’arte ha avuto l’amara esperienza di essere licenziata in una scuola superiore. Ha perso il lavoro per aver mostrato ai suoi studenti di 15-18 anni l’arte nuda. Le idee delle persone sono molto divise su questo caso. Ed è stato anche oggetto di dibattito su diversi media.

Scene pornografiche o no?

Se riassumiamo un po’ i fatti, l’insegnante ha deciso di mostrare ai suoi studenti le opere d’arte che erano nella biblioteca della scuola per far loro capire i denti della scienza cromatica. Tra queste opere c’erano immagini di nudo. I genitori hanno quindi presentato denuncia alla polizia. La professoressa ha mostrato ai propri figli immagini “pornografiche”. Il caso è stato presentato alla giustizia e la domanda posta al giudice era la natura pornografica di queste immagini. A sua difesa, la donna ha spiegato di aver detto ai suoi studenti che queste opere sono inadeguate, ma fanno parte della storia.

Classificazione legale errata

La risposta del giudice alla domanda che gli era stata posta era semplice: erano dipinti. Di conseguenza, il sospetto pornografico non è stato mantenuto. In ogni caso, l’insegnante è stata licenziato ed è attualmente disoccupata. Per quanto riguarda i genitori degli studenti, alcuni di loro hanno sostenuto la signora ed hanno espresso tristezza alla stampa per questa decisione di licenziamento presa dall’istituto.

top