1 2 3

CIM, GFE, COB e DFK: Una escort rivela i codici poco conosciuti che ha dovuto imparare quando è entrata nell’industria del sesso


La Redazione |
 

ATTENZIONE: contiene contenuti per adulti

Una escort ha rivelato gli acronimi poco conosciuti che ha dovuto imparare nell’industria del sesso. Barbara diceva ai suoi clienti che era una studentessa di legge che cercava di sbarcare il lunario. Ha condiviso i codici utilizzati dai clienti quando hanno effettuato una prenotazione per i suoi servizi.

Barbara, Italiana, racconta ai suoi clienti la stessa storia di quando era una studentessa di legge che ha deciso di intraprendere un lavoro sessuale per permettersi di pagare l’affitto. Scrivendo per un noto giornale, ha sollevato il coperchio di com’è lavorare come escort e i codici segreti che i clienti hanno usato quando hanno effettuato una prenotazione per i suoi servizi. Fa pagare almeno € 200 l’ora, e qualsiasi extra come “parolacce” o “esperienza fidanzata” sarebbe un ulteriore € 50.

C’erano così tante cose da imparare, come gli acronimi (GFE, COB, CIM, DFK, che significa esperienza da ragazza, c*** sul corpo, c*** in bocca, baci profondi alla francese), ha detto. Dopo aver incontrato innumerevoli clienti, Barbara ha detto che c’erano molte ragioni per cui le persone si sono rivolte alle escort e molte volte non vogliono nemmeno fare sesso. Hanno rivelato le diverse persone che ha incontrato, compresi i clienti che volevano solo una spalla su cui piangere o un massaggio sensuale. Il suo lavoro consisteva nel rimanere fuori fino alle prime ore del mattino e in alcuni giorni non riceveva prenotazioni, quindi avrebbe cercato di trovare altri modi per ridurre i costi.

Avrei dovuto pernottare per poter tornare a casa in autobus la mattina. Ma a volte guadagnavo € 600 in una notte e dovevo partire a mezzanotte, ha detto. Barbara ha detto che non lavora più come escort, ma voleva condividere la sua storia nel tentativo di rompere lo stigma che circonda la professione. Otterrai grandi soldi, storie di lavoro folli e una scelta di lavoro molto flessibile, per quanto non convenzionale. Le prostitute non sono sporche o disgustose, sono solo persone che vogliono uno stile di vita diverso. Lo prometto, è più comune di quanto pensi, ha detto.

top